Lettori fissi

mercoledì 27 aprile 2011

Imprese impossibili: perdere peso

Con perfetto tempismo post festività arriva il momento del temuto confronto, se non con la bilancia, almeno con il girovita traditore.

Inutile dire che la mia fisionomia ricorda, al momento, quella di Russel del film Up. Il che è tutto dire.

Con l'estate alle porte, e con all'attivo il sex appeal dell'omino Michelin, mi rendo conto della necessità assoluta di una dieta che mi riporti alla siluette di un lustro fa.
Ovvero a quando reduce da una dieta apocalittica ero riuscito addirittura a mettere una taglia 48.

Colonna sonora consigliata per l'impresa: il tema di Mission Impossible; Eye of the tiger.

Nessun commento:

Posta un commento