Lettori fissi

martedì 26 aprile 2011

Ma sono ancora qua

Sarà il rientro alla solita routine lavorativa;

Sarà che l'ultimo acquisto femminile (nonché affascinante) della comitiva è caratterizzato da una totale e, prevedibilmente, incurabile cecità nei confronti della mia persona;

Sarà che da quando si è sparsa la voce che riparo computer ho il cellulare intasato di chiamate di gente che vuole gli sistemi il pc aggratise;

Sarà che ho la macchina sequestrata dal meccanico che, come Gasparetto, ha chiesto un riscatto di cinque biglietti della valuta europea.

Sarà che ancora non riesco a vedere il miraggio di un contratto lavorativo.

Posso senz'altro dire di non essere mai stato così vicino alla depressione come in questo periodo.

Eppure il padreterno, o chi per lui, per quanto sia stato avaro quando si è trattato di preparare l'allestimento di qualità per l'individuo che ora scrive, una cosa buona al sottoscritto l'ha data: un forza d'inerzia pressocché infinita.

Nessun commento:

Posta un commento