Lettori fissi

mercoledì 24 agosto 2011

Sono un FUCKING nostalgico!

Ho appena finito di leggere un post recente. Ed ho scoperto una cosa che mi ha fatto venire la pelle d'oca: sto invecchiando.

Non nel corpo, considerato il fatto che la terza decade del mio ciclo vitale non è ancora conclusa.

Nella mente.

A molti sembro ancora un ragazzino perché mi piacciono i cartoni animati, i fumetti e il cazzeggio.

Ma la verità è che la mia Sindrome di Peter Pan è solo un rifiuto al decadimento geriatrico del mio spirito.

martedì 23 agosto 2011

Riflessioni sulla tazza del cesso #8

Odio la moda. La moda è conformismo. è essere una pecora in un gregge.

Amo il cattivo gusto. Il cattivo gusto è libertà. Il cattivo gusto è coraggio. è dipingersi un bersaglio sulla schiena per le frecciate e riderci di gusto.

E un giorno mi guarderò indietro e vedrò...

star trek: la serie classica | A-Team | Supercar | Le tartarughe ninja | Super Mario Bros | Il Game Boy | Il Super Nintendo | Il Walkman | Tetris | Il registratore a microcassette | La Polaroid | Gli 883 | Elio e le storie tese | lo stereo con lettore CD e doppia cassetta | la BMX e il sellino a banana | il motorino a quattordici anni | i pattini a ruote perimetrali | Pac-man | Space Invaders | Ritorno Al Futuro | Matrix, ma solo il primo | I film di Bud Spencer e Terence Hill | I film dell'ispettore Giraldi | i libri di Jules Verne | Kill Bill | Guerre Stellari | I fotoromanzi porno in bianco e nero fregati a mio padre | Le goleador | Il Super Liquidator | i gavettoni in giardino | le partite di calcetto | le avventure in bici nel bosco vicino casa | i walkie talkie | le radioline per sentire i mondiali | i tornei di karate | le guerre scolastiche tra specializzazioni diverse | le seghe collettive il sabato mattina | la ragazza con cui non ci ho mai provato

lunedì 22 agosto 2011

Manie passeggere

http://www.viceland.com/it/a3n5/htdocs/end.php
http://www.viceland.com/it/a3n5/htdocs/endor.php

Non si sa mai quando potrà arrivare la fine del mondo. Questo tizio si è costruito una specie di cittadella sotterranea anti atomica.

Un tizio da ammirare.

http://farm2.static.flickr.com/1337/1097520951_97f586f5cd.jpg

Ho un cazzo enorme

La prima che me lo ha detto è stata la mia prima ragazza. Va detto che anche io per lei ero il primo cazzo che vedeva, quindi decisamente manca di termini di paragone per essere attendibile.

La mia prima ragazza.

La seconda che me lo ha detto è stata una spogliarellista all'addio del celibato di un amico. Una spogliarellista. Il cui lavoro è soddisfare i più bassi istinti degli uomini. Fin troppo facile dubitare della sua buona fede.


La terza è stata Princess Nympho. E posso senz'altro dire che posso fidarmi del suo metro di giudizio, considerato che: a) al contrario di altre, ha visto abbastanza cazzi da essere obiettiva; b) non ha peli sulla lingua, motivo per cui se fossi stato minidotato non avrebbe esitato a sottolinearlo nel modo più bastardo possibile.

Riflessioni sulla tazza del cesso #7

Guarda le persone dall'alto in basso e caga in testa alla gente. Ma quando gli fa comodo si mescola a quella stessa plebaglia per raccogliere il cibo che generosamente questa gli elargisce.

Ora ho capito qual'è l'animale totem del politico medio.

video

Scatti presi a caso



Ok.
Ritorno dalle ferie da una delle più belle città d'arte d'Italia.
E già i miei coglioni sono sottoposti a necrosi da rientro.
Detto questo, posso dire di non aver mai fatto tanto sesso in vita mia come in questi miseri tre giorni.
E ho ancora una settimana di ferie.

martedì 16 agosto 2011

Il vero cesso portatile

http://gadget.wired.it/news/outdoor/2011/07/04/shit-box.html


Riflessioni sulla tazza del cesso #6

Se c'è una cosa che la pornografia non insegnerà mai è che:

  1. Le donne vere hanno il pelo;
  2. Le donne vere non amano il sesso anale;
  3. Le donne vere hanno la buccia d'arancia;
  4. Le donne vere odiano la pornografia.



Ferragosto 2011

Sveglia alle otto meno un quarto. un'ora abbondante prima di quanto avevo preventivato. Grazie anonimo vicino che decidi di fare i tuoi lavori di falegnameria fai-da-te di Ferragosto.

Doccia volante e colazione a base di caffeina allo stato puro.

Veloce chiacchierata dalla dubbia opportunità con il Molto Onorevole Genitore che vorrebbe fare dei controlli alla mia macchina due minuti prima del termine ultimo per recuperare P.N.

Malgrado sia ateo militante riesco ad arrivare all'appuntamento sotto casa della Duchessa Vorrei Ma Non Posso con miracolosa puntualità. Si va al mare.

Chiama D.V.M.N.: cambio di programma in attesa di aggiornamento.

Recupero della più recente aggiunta alla comitiva. Non è stata ancora battezzata dal sottoscritto con un soprannome che renderebbe innocuo codesto rapporto telematico della giornata per la sua reputazione. Per ora sarà l'Ultima Arrivata.

Recupero del recentemente passato sotto l'ala della scapolaggine amico noto come Maschio Alfa Degradato, seriamente intenzionato a dimenticare la sua ex fiamma con Ultima Arrivata.

Approvvigionamento di libagioni atte a nutrire il classico branco di Romani in Villeggiatura.

Destinazione raggiunta: Pineta Di Castel Fusano.

Svuotato in venti minuti il barilotto di birra preso al discount.

Pranzo a base di panini con salame, mortadella, prosciutto, coppa e altri derivati suini.

Arrivo a casa. Doccia e via

domenica 14 agosto 2011

Magie d'amore. Ovvero come un portafogli ben fornito può fare la differenza

Checché ne dicano neoromantici e pseudomoralisti, il denaro è il miglior afrodisiaco che ci sia al mondo. Sul serio, roba da far impallidire il leggendario mai-più-moscio dell'altrimenti più che cestinabile spia rubacuori Austin Powers.

Per quanto mi riguarda la prova di quanto affermo è data dalla coppia di quasi-amici-più-che-conoscenti che mi ritrovo a frequentare da un po' di tempo a questa parte.

Lei. O almeno come l'ho
vista dopo aver saputo
un paio di cosette sul suo
conto
Lei è una bellezza prematuramente stagionata da eccesso di lampade ultraviolette e trucco in quantità tale da poter consegnare ai posteri un calco in gesso dei suoi lineamenti sul modello di quanto è accaduto a Pompei. E la cosa più divertente è che neanche ne avrebbe bisogno considerata la sua bellezza naturale.
All'attivo a più concorsi di bellezza e sfilate di moda che processi Berlusconi.


Lui è la versione 2.0 di Bruno Sacchi dei Ragazzi della 3°C. Fisicamente parlando. Quanto a simpatia, beh, l'unico modo per riuscire a cavargli due parole che siano due è quello di aprirgli la bocca con un cric, infilargli una mano giù per l'esofago e rovistare nello stomaco per farle uscire fuori.

Lui, in un paragone che calza più che a
pennello

Insomma, capire quali fili il destino abbia mosso per far mettere insieme questi due è stata un'impresa degna della ricerca della risposta alla domanda universale (a proposito, è 42).
Almeno fino a quando non ho visto con i miei occhi il misero catorcio con cui va in giro: un Porsche Cayenne full optional a benzina.
A quel punto un sospetto ho cominciato ad averlo.
Sospetto che è maturato in certezza quando sono stato messo al corrente della lista di regali fatti nell'arco di sei mesi (brillocchi, orologi, borse di marca etc.).
E del fatto che il tipo in questione è figlio di un noto imprenditore che ha le mani in pasta in diversi settori, dall'edilizia alla ristorazione.

Altro che peperoncino. Altro che cioccolato. Altro che Mai-più-moscio.

sabato 13 agosto 2011

||UPDATE|| Ora come ora avrei bisogno di...


...una poltrona. Possibilmente foderata di velluto. Un divanetto a due posti sarebbe l'ideale.

...un ghettoblaster. Rigorosamente a cassette.

...un lettore cd.

...un mixer.

...un paio di cuffie con padiglioni isolanti dal mondo esterno.

...una cabina di legno.

...un telefono rosso. TIpo quello della serie di Batman.

...libri. Paura e disgusto a Las Vegas su tutti.

...liquori. Tanti liquori.

...poster di vecchi film.

...fumetti.

...schifezze da mangiare.

...un Nintendo. Preferibilmente il caro vecchio NES, ma anche un Super Nintendo andrebbe benissimo.

...microfoni.

...videocamere.

...lampadari psichedelici.

...un bong.

Follie ossessivo compulsive

Sono stato pericolosamente vicino a mettere le mani su un paio di articoli da 007 dei poveri: un paio di occhiali con video e fotocamera integrata.

Si, esattamente una cosa del genere
è da quando ho cominciato a leggere Transmetropolitan che sogno una cosa del genere: andare in giro e non appena si presenta una situazione interessante scattare una foto.

venerdì 12 agosto 2011

Camera con vista a luci rosse

Da buon riformato completamente digiuno di esperienze militari avrei preferito una bella gita al Military Park di Torino, fare qualche esperienza di addestramento militare e imparare a guidare un carro armato: sono cose che in caso d'invasione aliena o di zombie outbreak tornano sempre utili.

Anche una capatina ad Amsterdam ci sarebbe stata bene: qualche cannetta in libertà è un giro nel quartiere a luci rosse tra una visita ai siti culturali della città e l'altra (la tendenza a cercare un intrattenimento che solletichi il lato culturale del mio gulliver, come direbbe Alexander DeLarge è una delle poche cose di cui vado fiero) avrebbe fatto miracoli per il mio umore.

Odio gli squilli sul cellulare

Ma ancor di più odio quelli che dopo averti fatto lo squillo te ne fanno un altro cinque nano secondi dopo.
E poi un altro. E poi un altro ancora. Finché non li richiami e ti fanno anche il cazziatone perché ti hanno dovuto fare tre squilli prima che il signorino(tu) si degnasse di chiamarli.

A quel punto se non hai tirato il telefonino fuori dalla finestra provi a ricorrere a tutte le tattiche zen, yoga e altre discipline mistiche per trovare la serenità e gli fai un discorsetto.

Amico mio. Amica mia. Amore mio. Chiunque tu sia: sappi che se non richiamo dopo il primo squillo, un cazzo di motivo ci sarà, non credi?

Se uno non ti richiama subito lo fa per due ragioni fondamentali: non può o non vuole.

Esaminiamo i due casi:

Non può - ci sono tanti motivi per cui uno non può richiamare dopo il primo squillo:
Magari è in bagno;
Magari non ha credito sul cellulare;
Magari ha dimenticato il cellulare a casa.

Per cui, non inveite contro il vostro amico se non vi richiama: non è un medico, non ha l'obbligo di reperibilità.

Non vuole - anche in questo caso i motivi possono essere molti:
Magari sta trombando come un riccio e non vuole che gli si rompano i coglioni;
Magari a furia di chiamarlo per delle cazzate ormai ha perso la voglia di starvi a sentire;
Magari si sarà chiesto per quale cazzo di motivo deve essere solo lui a fare ricariche al cellulare perché voi siete troppo pulciari per ricaricare il vostro.

Avete capito, ora? Pronti a farvi un bell'esamino di coscienza? Pronti a spendere qualche pidocchioso euro per una pidocchiosa ricarica?



giovedì 11 agosto 2011

Riflessioni sulla tazza del cesso #5

Caffè.
Noccioline pralinate.
Sigarette.
L'ultimo numero del tuo fumetto preferito.
Il ventilatore che raffredda i bollenti spiriti.
Buona musica.

Se il paradiso esiste, questo gli assomiglia moltissimo.

Esilio mentale: il pensatoio



Finora il pensatoio è sempre stato il bagno (vi assicuro che la lucidità e l'illuminazione che si raggiungono mentre si evacuano le scorie digestive del pasto precedente sono di inimitabile qualità).

Ma ora è il momento di pensare ad un pensatoio privato, di cui il sottoscritto e solo il sottoscritto possiede le chiavi.

Un luogo di profonde riflessioni pornografiche e sarcastici sollazzi intellettuali.

Un luogo in cui progettare azioni di terrorismo culturale.

Un luogo dotato dei necessari approvvigionamenti alcolici e/o caffeinici e/o iperglicemici e/o propedeutici per un ricovero per disturbi gastrici.

mercoledì 10 agosto 2011

Sesso anale e Par Condicio



Come espressamente indicato dal nick e dall'indirizzo di posta elettronica, la sodomia (leggi: atto di penetrazione dell'orifizio anale per mezzo di un'appendice fallica) è ciò che maggiormente suscita il mio interesse in ambito sessuale e pornografico.

martedì 9 agosto 2011

RE: Mi sono rotto il cazzo


Tanto per cominciare, sono la personalità dominante di Lovas. Quello che lui chiama "Coinquilino Mentale".
Non mi presento per il semplice fatto che ho una vita, e quel grandissimo pezzo di materia fecale in decomposizione avanzata non è altro che un disturbo della personalità schizoide che sta seriamente tentando di demolire quel poco di dignità e vita sociale che ancora mi resta.
L'unica cosa per cui potrei avere nei suoi riguardi qualcosa che si avvicini molto alla lontana alla gratitudine è il fatto che si sia scelto un nome proprio e non abbia sputtanato il mio.
Comunque, questo blog è una monnezza, e se non fosse per il fatto che ha trovato un sistema per impedirmi di chiuderlo a quest'ora lo avrei già cancellato come ho fatto con quell'altro.
Attendo con ansia che gli psicofarmaci comincino a fare il loro effetto alla svelta, altrimenti dovrò prendere seri provvedimenti.


e va bene, mi hai dichiarato guerra caro il mio coinquilino, preparati a pagarne le conseguenze:

Primo: "personalità dominante"? Se non fosse stato per me a quest'ora ti staresti ancora massacrando di seghe dalla mattina alle sei fino all'ora di cena. Cazzo, ti rendi conto che hanno dovuto chiamare gli addetti allo spurgo per rimuovere le tonnellate di carta igienica e sperma che avevano otturato le tubature?

Secondo: dici che sto "tentando di demolire quel poco di dignità e vita sociale che ancora ti resta"? Sveglia! Non hai mai avuto una cazzo di vita sociale, passavi il sabato sera a fare cruciverba e sudoku per passare il tempo aspettando che arrivasse lunedi per poter tornare a lavoro!

Terzo: sei stato tu allora a cancellarmi il blog precedente e costringermi ad una svolta pseudo-cultural-alternativa, grandissimo represso sessuale che non sei altro! Un compendio pressocché totale di tutta la pornografia esistente al mondo scaricato nel cesso! Per non parlare dei danni d'immagine che mi hai causato su Facebook! Ho dovuto addirittura cancellare il mio account.
Puoi star tranquillo che questo blog sarà ben lontano dalle tue manacce onanistiche.

Quarto: a proposito degli psicofarmaci, t'informo che li ho sostituiti con delle semplici Tic-tac e li ho venduti sottobanco ad un tizio che me li ha pagati molto bene. Se non altro abbiamo coperto una parte dei buffi che hai alzato per regali e cenette per Princess Nympho, coglione!

P.S.: Princess Nympho è rimasta mooooooolto impressionata dalle tue performance amatorie ieri sera. Se non ricordi nulla è perché in quel momento ti stavo sostituendo mentre facevi un bel sonnellino. Ti saluto coglione

Mi sono rotto il cazzo

Va bene, credo sia davvero ora di fare due chiacchiere a quattr'occhi, e non parlo di quello che quel coglione di Lovas ha detto di me su tumblr.

Tanto per cominciare, sono la personalità dominante di Lovas. Quello che lui chiama "Coinquilino Mentale".

Non mi presento per il semplice fatto che ho una vita, e quel grandissimo pezzo di materia fecale in decomposizione avanzata non è altro che un disturbo della personalità schizoide che sta seriamente tentando di demolire quel poco di dignità e vita sociale che ancora mi resta.

L'unica cosa per cui potrei avere nei suoi riguardi qualcosa che si avvicini molto alla lontana alla gratitudine è il fatto che si sia scelto un nome proprio e non abbia sputtanato il mio.

Comunque, questo blog è una monnezza, e se non fosse per il fatto che ha trovato un sistema per impedirmi di chiuderlo a quest'ora lo avrei già cancellato come ho fatto con quell'altro.

Attendo con ansia che gli psicofarmaci comincino a fare il loro effetto alla svelta, altrimenti dovrò prendere seri provvedimenti.

||UPDATE|| Ora come ora avrei bisogno di...


...una poltrona. Possibilmente foderata di velluto. Un divanetto a due posti sarebbe l'ideale.

...un ghettoblaster. Rigorosamente a cassette.

...un lettore cd.

...un mixer.

...un paio di cuffie con padiglioni isolanti dal mondo esterno.

...una cabina di legno.

...un telefono rosso. TIpo quello della serie di Batman.

...libri. Paura e disgusto a Las Vegas su tutti.

...liquori. Tanti liquori.

...poster di vecchi film.

...fumetti.

...schifezze da mangiare.

...un Nintendo. Preferibilmente il caro vecchio NES, ma anche un Super Nintendo andrebbe benissimo.

...microfoni.

...videocamere.

...lampadari psichedelici.

...un bong.

lunedì 8 agosto 2011

Ora come ora avrei bisogno di...

...una poltrona. Possibilmente foderata di velluto. Un divanetto a due posti sarebbe l'ideale.

...un ghettoblaster. Rigorosamente a cassette.

...un lettore cd.

...un mixer.

...un paio di cuffie con padiglioni isolanti dal mondo esterno.

...una cabina di legno.

...un telefono rosso. TIpo quello della serie di Batman.

...libri. Paura e disgusto a Las Vegas su tutti.

...liquori. Tanti liquori.

...poster di vecchi film.

...fumetti.

...schifezze da mangiare.

...un Nintendo. Preferibilmente il caro vecchio NES, ma anche un Super Nintendo andrebbe benissimo.

...microfoni.

...videocamere.

...lampadari psichedelici.

...un bong.

Riflessioni sulla tazza del cesso #4



Quando un uomo eiacula produce una media di circa 3 ml di sperma.

Ogni millilitro di sperma contiene una media di circa 100.000.000 di spermatozoi.

Ho cominciato a masturbarmi a tredici anni, e per sedici anni mi sono masturbato in media una volta al giorno, festività comandate e giorni di felice accoppiamento compresi.

Quindi calcoli (letteralmente) alla mano, in vita mia mi sono masturbato 5.840 volte.

Considerando che ad ogni sborrata corrispondono all'incirca 300.000.000 di spermatozoi basta fare una semplice moltiplicazione per giungere alla conclusione che in vita mia ho spedito una quantità  pari a 1,752 x 10 alla dodicesima di miei possibili discendenti dritta filata nella tazza del cesso.

Potrei essere accusabile di sterminio volontario e reiterato con l'aggravante del vincolo parentale con le vittime?

La pena per la masturbazione in Indonesia è la decapitazione.

La legge di Guam proibisce espressamente alle vergini di sposarsi


Ai musulmanni è vietato guardare i genitali di un cadavere


Una regolamentazione a San Francisco rende illegale usare biancheria intima usata per pulire macchine in un autolavaggio


In Corea del Sud, i poliziotti devono segnalare tutte le tangenti che ricevono. Tratto da http://misteri.atuttonet.it/tag/leggi-strane#ixzz1UODZRjoG


In Florida, North Carolina, Virginia e Montana, quando si fa sesso, tutte le posizioni eccetto quella “del missionario” sono illegali. Inoltre, è esplicitamente vietato il sesso orale. E’ anche vietato baciare il seno della propria moglie


In Inghilterra, è illegale per due adulti fare sesso se nella casa c’è una terza persona


A Billings, Montana, è illegale usare le funzioni di composizione veloce dei numeri di telefono Post completo: http://notizie.delmondo.info/?s=leggi+assurde&x=0&y=0#ixzz1UOFpALbk


A Sulphur, Lousiana, la legge vieta di fare sesso con le mucche. Post completo: http://notizie.delmondo.info/?s=leggi+assurde&x=0&y=0#ixzz1UOGFR6AV


A Singapore è reato entrare nel Paese con delle sigarette Post completo: http://notizie.delmondo.info/page/2/?s=leggi+assurde&x=0&y=0#ixzz1UOGT2CJN


In Germania, un cuscino può essere considerato un’arma impropria Post completo: http://notizie.delmondo.info/page/2/?s=leggi+assurde&x=0&y=0#ixzz1UOGWPmi7


In Texas è stata approvata una legge che ordina ai criminali di informare per iscritto con almeno 24 ore di anticipo la vittima designata, specificando la natura del crimine che hanno intenzione di commettere Post completo: http://notizie.delmondo.info/page/2/?s=leggi+assurde&x=0&y=0#ixzz1UOGkA9Ph

Concetti per principianti #2

Dittatura
Un tizio te lo mette al culo senza che tu possa fare nulla per impedirglielo.
Non puoi protestare altrimenti vieni, nel migliore dei casi, pestato a sangue dai suoi amici.

Democrazia
Da un gruppo di persone scegli quella che ha il cazzo più piccolo e te lo fai mettere al culo. Non puoi protestare perché te lo sei scelto da solo.

domenica 7 agosto 2011

Concetti per principianti #1

Estremismo religioso

Ti piace la pasta burro e parmigiano. Ma senza parmigiano
Un parente/amico/conoscente lo considera un crimine contro natura (o la gastronomia), ed esige che tu ce lo metta sopra malgrado ti faccia vomitare.
Se lo fai notare, ti viene risposto che "così è più buono."
Questa è l'idea per un film splatter/trash/pulp/guerra che potrei un giorno decidere di provare a girare.
Se qualcuno ci si vuole dedicare, fate pure.

Una donna con il burka si aggira a piedi nudi per il deserto.
Viene circondata da un gruppo di soldati.
Questi fanno pesanti apprezzamenti sul suo conto.
Lei con un gesto si libera del burka rimanendo completamente nuda e lasciandoli interdetti e senza parole.
Uno dei soldati si avvicina. Le accarezza il viso.
Lei gli afferra la mano e con una mossa gli spezza il braccio.
Gli altri soldati fanno per puntarle le armi.
Lei afferra il mitra del soldato ferito e li uccide tutti.



sabato 6 agosto 2011

Riflessioni sulla tazza del cesso #3

capisci quando è il momento di trovarsi una ragazza quando la tua ultima seduta di masturbazione ossessivo compulsiva ti costringe a passare il fine settimana a ripulire il bagno dei ventiquattro strati di sperma esplosi nel momento culminante.


Riflessioni sulla tazza del cesso #2

Qual'è la differenza tra un politico e un addetto allo spurgo?

Un addetto allo spurgo toglie la merda dagli scarichi otturati e si vergogna a dire in giro con cosa si guadagna da vivere.

Un politico ricopre di merda i propri elettori e viene acclamato per questo.

Riflessioni sulla tazza del cesso #1

Parlando di donne, il popolo maschile si divide in due distinte categorie: i cercatori di sirene e i raccoglitori di cozze.
Il punto è che la probabilità di riuscire a trovare una sirena che incanti con la sua voce sono infinitamente minori rispetto a quelle di trovare una bella cozza disposta ad aprirsi e farsi assaporare.

Tipico esempio di sirena
No comment

venerdì 5 agosto 2011

Io e Princess Nympho siamo il prototipo della coppia scopereccia per eccellenza. E il nostro menù di perversioni e/o esperienze degne di un film di Rocco Siffredi è in continuo aggiornamento.



Caffè. Sigarette. Pornografia.

La Blasfema Trinità di cui sono adepto fondatore.

Caffè. 
L'unica cosa in grado di risollevare un pomeriggio di apatia vegetativa.

Sigarette. 
Dolce e familiare veleno che arrochisce la voce.

Pornografia.
L'unica vera educazione sessuale dei nostri giorni.

Imprese ai limiti dell'umano

Malgrado il mio stomaco abbia visto attentati peggiori alla sua integrità, devo dire che l'impresa mi ha stroncato.

giovedì 4 agosto 2011

La bellezza del brutto

Di ritorno da una serata in bianco causa indisposizione della mia adorata compagna di zozzerie, mi ritrovo a pensare ad alcune mie amiche caratterizzate da un tasso di desiderabilità che va da zero a piuttosto impotente, ma che talvolta, grazie a piccoli dettagli significativi, vengono elette a reginette dei sogni zozzi nel piccolo sgabuzzino mentale dove la maggior parte del tempo il mio padrone di casa mi confina a pane e acqua.




mercoledì 3 agosto 2011

La mia piccola ossessione personale



Princess Nympho ha un'amica.

Per voi non ha nome.

Per me lei sarà la Contessa Luna. Perché come la Luna è bella, e come la Luna è irraggiungibile.

La mela che il Padreterno ha proibito di cogliere;

La sacher tort che vorresti mangiare ma sei a dieta;

La vacanza da sogno che non ti puoi permettere;

Il profumo che adori ma che ti causa allergia;

Il posto riservato ai disabili quando non trovi parcheggio;

La stella cadente dietro una coperta di nubi;

L'erba del vicino che è sempre più verde;

La sigaretta che non puoi fumare in sala d'aspetto.

martedì 2 agosto 2011

Sono un nostalgico: la Polaroid

Di recente Princess Nympho ha scoperto il piacere di farsi fotografare in tenuta adamitica e/o in atteggiamenti diciamo "riproduttivi".

Per ovvie ragioni "logistiche" si tratta di foto e video fatti con il cellulare. Un ottimo cellulare tra parentesi, che mi da foto e video di qualità più che discreta.