Lettori fissi

martedì 13 dicembre 2011

Letterina a Babbo Natale



Caro Babbo Natale,

per prima cosa non sono un bravo bambino. Cioè, non sono un bambino già da un pezzo (anagraficamente da almeno undici anni, mentalmente da meno di due). Giusto per essere chiari.

Nonostante ciò vorrei sottoporti la mia letterina personale, nella speranza che almeno tu riesca dove non ci sono riusciti buona volontà, disponibilità, pazienza e divinità più o meno pagane.

#1 - Inutile stare a tergiversare: mi serve un cazzo di lavoro!
Se permetti avrei un paio di consigli al riguardo: a) Fai in modo che la crisi dei ristoranti cessi, così trovo posto da cameriere; b) Fai in modo che il mio curriculum finisca sulla scrivania di qualcuno che non lo metta nel mucchio; c) Fai in modo che il cantiere per il nuovo porto si sblocchi, così magari mi prendono a fare il manovale;

#2 - Sto facendo indigestione di fegato a stare a casa a badare all'anziana progenitrice del lato materno della famiglia: un po' di serenità e tranquillità le farebbe veramente bene. In alternativa un buona scorta di etere mi farebbe altrettanto comodo;

#3 - Princess Nympho sta cominciando a pensare un po' troppo a mettere su famiglia. Almeno per i miei gusti. Se le aprissi gli occhi (alle gambe ci penso quotidianamente io) non sarebbe affatto male. Mi rendo conto che la cosa si presenti alquanto complessa; facciamo così: tu mi dici dove trovare un bel gruzzolo in contanti e i miei gusti diventeranno molto più accomodanti;

#4 - Voglio andarmene di casa, se hai dato un occhio alla mia pagina Facebook immagino l'avrai capito anche tu. Non dico di minacciare qualcuno di aizzargli contro le tue renne se non sloggia, ma se mi mettessi nelle condizioni di sfancularmene da casa di mamma e papà ti erigerei un monumento.

E poi le solite cose, pace nel mondo, pane agli affamati, salute agli ammalati, eccetera eccetera eccetera...

Se fai tutto questo ci sono buone possibilità per te di rivedere Rodolfo e quel semaforo che ha al posto del naso.

Nessun commento:

Posta un commento