Lettori fissi

lunedì 28 maggio 2012

Riflessioni sulla tazza del cesso #17

Quando ho ricominciato a fare il cameriere avevo messo in conto il fatto che, tra fritture e souté di cozze, non sarei tornato a casa profumando esattamente di essenze floreali.

Ma arrivare a casa e scoprire che la puzza di fritto ha impregnato perfino i boxer, beh, diciamo che se me lo avessero detto mi sarei fatto una grassa risata...


Nessun commento:

Posta un commento