Lettori fissi

giovedì 30 agosto 2012

Sul sesso e la teoria dell'effetto farfalla applicato ai Simpson



Il fratello di Princess Nympho si è lasciato con la ragazza.

Non preoccuparti se della cosa non te ne frega un cazzo, perché sinceramente non frega un cazzo neppure a me, soprattutto considerato che i miei rapporti con la tizia erano del tipo Guerra Fredda: baci e abbracci in pubblico ma in privato dita pronte sul pulsante che avrebbe lanciato le testate nel culo dell'altro/a.

La cosa ha avuto ripercussioni: i due convivevano.

Conseguenza Uno: il tizio che è sulla strada buona per diventare mio cognato ha fatto armi e bagagli ed è tornato da mammà.

Conseguenza Due: Io e Princess Nympho ormai abituati a fare roba a casa sua ci siamo ritrovati senza un posto dove fare sesso.

Conseguenza Tre: Princess Nympho ed io siamo tornati all'antica e nobile arte della camporella.

Fra zanzare che ci avevano scambiato per un McDrive, la macchina che con tutti i finestrini aperti era diventata una sauna, ed un vecchietto che aveva deciso di risparmiare i soldi per il cinema porno, beh, avevo dimenticato quanto cazzo fosse scomodo!

sabato 25 agosto 2012

Seduto sul cesso intento a partorire uno stronzo delle dimensioni di in estintore, con un vecchio albo di Warren Ellis in una mano ed un caffè psicotropo nell'altra.

Felicità, ora hai un nome.

venerdì 24 agosto 2012

Quando lecchi una passera pur sapendo che passerai il prossimo quarto d'ora a toglierti pezzetti di carta igienica dal palato e dagli interstizi dentali, solo allora potrai dire che è vero amore.

O che sei malato di figa.

giovedì 23 agosto 2012

mercoledì 22 agosto 2012

Non ho un cazzo da fare #23

Questo è un post specificamente ed esplicitamente pornografico.

 Perché? All'inizio questo doveva essere solo un blog sulle mie avventure sessuali a cui ho dovuto cambiare direzione per mancanza cronica delle stesse (andavo in bianco, in soldoni).

E considerato che esco or ora dall'ennesima litigata epica dopo la miglior scopata della mia vita (quanto cazzo è strana questa cosa) sono abbastanza scoglionato da non fregarmene nulla di nulla e di fare una specie di ritorno alle origini.





martedì 21 agosto 2012

MAVVAFFANCULO

Hai 25 anni.
Stai tutto il giorno su Facebook.
Non hai praticamente mai lavorato in vita tua.
Cerchi lavoro pregando di non trovarlo.
Mamma e papà ti pagano vizi e sfizi.

E dici di aver bisogno di una vacanza per staccare la spina e rilassarti.

Io, che lavoro cinquanta ore a settimana per una paga per cui una una donna delle pulizie sputerebbe nell'occhio del datore di lavoro, ti ascolto.

E, colmo d'amore e umana comprensione, ti rispondo: MA MI PRENDI PER IL CULO?!

martedì 14 agosto 2012

Ci credi al destino?


Stavo con questa ragazza ed era una cazzo di favola.

Poi si fece prendere dalle crisi di gelosia per via di una ragazza che per comodità e amore della (sua) privacy chiamerò Elena.

E non parlo di quella gelosia che tempra il rapporto. No, la sua era una cazzo di fottuta ossessione.

Il solo risultato che ottenne fu quello di farmela vedere sotto tutt'altri occhi. Oh, per la cronaca, ho già parlato di questa ragazza.

Diciamo che se già la nostra storia stava entrando nel miglio verde questa cosa diede corrente alla sedia elettrica.

Salto veloce al presente in cui sto con Princess Nympho.

Ci credi al destino?

Nella nostra comitiva c'è una ragazza, che guarda caso ha lo stesso nome di Elena.
P.N. sta cominciando ad avere crisi di gelosia

P.S. C'è stato un periodo in cui ero intrippato di roba esoterica, roba tipo magia, wiccan e roba varia. In alchimia c'è questo simbolo, l'uroboro,


No, questo non c'entra un cazzo

Sto parlando di un serpente che si morde la coda a simboleggiare la natura ciclica delle cose. Sto pensando di farmelo tatuare...



P.P.S. 'Ste cazzo di coincidenze mistiche cominciano seriamente a farmi girare le palle. Che sia un segnale di potenze cosmiche che saputo del mio ateismo vogliamo dirmi "Oi Lovas, lo sai che stai facendo una cazzata?". Nel dubbio perseguo nel materialismo...

lunedì 13 agosto 2012

Non ho un cazzo da fare #22

Che dici? Li aiutiamo 'sti due a trovare qualcuno?



E così dici che il tuo è un lavoro di merda...

...Ok. Dai un'occhiata a questa roba.




Fatto? Bene. Ora prenditi cinque minuti per pensare al fatto che questa è (letteralmente) la stessa merda con cui ho a che fare ogni (è il caso di dirlo) merdoso giorno della mia vita.

Però, ora che ci penso seriamente, che cazzo diamo da mangiare alla gente per farla cagare in modo così osceno? Voglio dire, nella seconda foto non si vede, ma lo stronzo aveva la circonferenza di un tubo di Pringles...

sabato 11 agosto 2012

Romanticismo? Nah...

Avevo dimenticato che oggi era San Lorenzo.

Notte di stelle cadenti e desideri, a quanto dicono.
Molto romantico a dire il vero...

Ma chi voglio prendere per il culo? Ora come ora l'unica cosa che desidero è una birra ghiacciata.


venerdì 10 agosto 2012

Primo pensiero della giornata

Sono qui, che aspetto il tizio con le chiavi.

Ho decine di mosche che mi ronzano attorno e che mi si posano addosso.

Come se avessi bisogno di altre prove per sapere che sono un pezzo di merda...

mercoledì 8 agosto 2012

Non ho un cazzo da fare #21



Ci credi ai sogni premonitori?



Stanotte ho fatto un sogno.

Prima di archiviare la notizia alla voce 'sti cazzi sappi questo: per me sognare è come accendere il televisore su una sit-com di cui non te ne frega un emerito e scintillante cazzo ed ignorarlo per continuare a farti i cazzi tuoi.
Quando mi sveglio la mattina è raro che ricordi cosa ho sognato Già il fatto che me succeda vuol dire che c'è qualcosa di strano.

L'ultima volta che è successo avevo fatto un sogno su un'ex collega in tenuta adamitica che durante l'episodio si veniva a scoprire che aveva un non precisato problema.
Un paio di giorni dopo l'esperienza onanistica onirica si è scoperto che era in chemio.

C'è questa ragazza che conosco da quando stavo con la mia ex.
Inutile girarci intorno: sono stato (a questo punto non so neppure se è il caso di parlare al passato) cotto di lei.
Che non ha mai saputo un cazzo di niente. Magari ha sospettato ma la cosa non ha importanza.

Nel sogno ci ritroviamo insieme ad una festa.
Per qualche motivo che ora non ricordo finisce che ci baciamo. Passionalmente.
Due minuti dopo sono sul letto che le bacio i capezzoli.
La cosa non finirebbe li se non fosse che mi ricordo di essere impegnato con Princess Nympho e non combiniamo più un cazzo.

Lieto fine? Boh. Perché nel sogno non è che non voglia farci l'amore (ho detto amore, non sesso, e questo è un dettaglio importante): è solo che prima di farlo devo trovare il modo di lasciare Princess Nympho.

Quando mi sono svegliato avevo l'amaro in bocca. E non era alitosi.

Ci credi ai sogni premonitori?

Oggi mi ha invitato alla sua festa di compleanno.

martedì 7 agosto 2012

A volte mi chiedo per quale cazzo di motivo continuo ad arrivare puntuale a lavoro se chi mi deve aprire se la prende comoda...

Chi s'accontenta...

Conosco una ragazza che si è ritrovata a fare la pescivendola.

Non è il lavoro della sua vita, ma la prende con filosofia: ha sempre desiderato avere tanti pesci per le mani.

domenica 5 agosto 2012

Riflessioni sulla tazza del cesso #21

Vivo in un mondo in cui ragazze troppo giovani per me (leggi: minorenni) dimostrano molti piú anni di quanti ne abbiano realmente, e donne della mia età che ne dimostrano invece molti (ma molti) di meno.

Chiedimi di nuovo perché la mia vita sessuale era così desolantemente desolata, ti prego.

giovedì 2 agosto 2012

Sono esaurito?

Nah, non credo.

Ho solo un irragionevole voglia di spaccare tutto ciò che mi capita sotto mano, Soprattutto se di valore ed antico;

Di attaccare manifesti in cui giovani e aitanti tipi da spiaggia vengono sodomizzati da trans con cazzi equini;

Di costruire enormi cannoni ad aria compressa e bombardarci tutti i simboli dello stato dopo averli caricati con merda di cane di taglia grande;

Di correre per le principali vie cittadine indossando solo un paio di scarpe da tennis.

Ok, forse i sintomi di un leggero esaurimento nervoso ci sono tutti...

Ho fatto una prova di convivenza

Mammoni impenitenti e bamboccioni che tremate al pensiero di staccarvi dalle sottane di mamma, tranquillizzatevi: convivere con una ragazza disoccupata è la stessa cosa che vivere con vostra madre. Anche in questo caso c'è una donna che vi ama e che vi prepara da mangiare, lava le vostre mutande e a cui dovete portare fuori la spazzatura.
L'unica differenza è che invece di chiamarla "mamma" la chiamate "amore".


Da un paio di giorni a questa parte la cappa della cucina del mio luogo di ispirazione al suicidio lavoro ha tirato le cuoia.

Il che vuol dire che ogni volta che entro in cucina c'è una cappa di fumo che neanche in macchina del mio cugino cannarolo.

Uno degli aiuto cuoco cerca sempre di evitarmi di entrare, dice che ci rimetto in salute.
Voglio bene a  questo ragazzo. Uno dei pochi li dentro che cago quel minimo sindacale da considerare sopportabile 'sto lavoro (anche se a volte ho l'impressione che voglia solo verificare se le pose da checca che faccio ogni tanto per ridere siano prese per il culo o se sotto sotto qualcosa di vero c'è).

Però, amico mio, sappi questo: ho lavorato nel parcheggio sotterraneo di un centro commerciale per cinque anni, respirando quanto di peggio l'ingegneria dei motori a combustione interna ha prodotto negli ultimi centocinquant'anni.

Questa, per me, è aria di montagna.

Beata ingenuità



Ah, così preferisci lavorare in nero?
Beh, certo è giusto essere pagati per quello che effettivamente si lavora.

Come dici? Ti stai per fare la macchina?
Beato te che hai settemila euro in contanti

Come sarebbe a dire che non li hai??? E come la paghi allora??
Ah, fai il finanziamento.... Ma mi prendi per il culo?!!!!! Vuoi davvero farmi credere di essere così ingenuo da pensare che ad un ventenne possano dare sull'unghia diecimila euro senza nessuna garanzia???

Come sarebbe a dire "che tipo di garanzia gli serve"? Il fottuto contratto di lavoro, coglione! E non parlo di quello canonico a termine a progetto che ti danno al giorno d'oggi. Ci  vuole quel contratto leggendario, il mitico "contratto a tempo indeterminato".

Oh, a proposito ci vieni domani alla festa? Ah, cazzo, avevo dimenticato che eri in turno.
Che cosa? Vuoi chiedere un permesso?? Sveglia, cazzo!!! Sei in nero! Vuol dire che non hai diritto ad un cazzo: niente ferie, niente finanziamenti, niente malattie.

E adesso... prova ancora a dirmi che lavorare in nero è meglio che avere un fottuto merdosissimo contratto.

mercoledì 1 agosto 2012



Ok. Fermiamoci un attimo e facciamo due chiacchiere.

Tendenzialmente sono un tizio che se può darti una mano puoi star certo che te la darà, a costo di segarmela fisicamente via dal braccio.

Però. Un però ci deve essere, altrimenti a furia di abbozzare faccio la fine del cane di mustafà.

Però prova a sputtanarmi il mio intero giorno di riposo, l'unico giorno a settimana in cui posso finalmente pensare ai miei cazzi e vedrai di persona quanto può essere infinitamente cattivo un buono quando diventa cattivo (cit. Bud Spencer)