Lettori fissi

martedì 21 agosto 2012

MAVVAFFANCULO

Hai 25 anni.
Stai tutto il giorno su Facebook.
Non hai praticamente mai lavorato in vita tua.
Cerchi lavoro pregando di non trovarlo.
Mamma e papà ti pagano vizi e sfizi.

E dici di aver bisogno di una vacanza per staccare la spina e rilassarti.

Io, che lavoro cinquanta ore a settimana per una paga per cui una una donna delle pulizie sputerebbe nell'occhio del datore di lavoro, ti ascolto.

E, colmo d'amore e umana comprensione, ti rispondo: MA MI PRENDI PER IL CULO?!

3 commenti:

  1. Sì, ormai ci tocca sentire proprio di tutto e di più, un'ansia che non si smolla mai.
    Tendo a pensare che un po' in tutte le cose si lamentino soprattutto quelli che non avrebbero motivo di farlo.
    Chi potrebbe lamentarsi un po' si vergogna e un po' cerca di fare qualcosa per evitare di lamentarsi.
    ma poi è solo il pensiero di una squilibrata, ovvio.
    Love.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me non piace lamentarmi.
      Anche perché se guardo bene non ne ho praticamente il diritto.
      Voglio dire, non ho figli a carico, o una famiglia da portare avanti e conosco gente che non si lamenta pure se è in condizioni peggiori delle mie.

      Faccio quello che devo fare, anche perché sono abbastanza grandicello per mettermi a fare i capricci.

      Elimina
  2. Hai detto quello che volevo dire, ma lo hai detto meglio.
    ^_^

    RispondiElimina