Lettori fissi

venerdì 28 febbraio 2014

Cosa c'è di meglio di una serata soli in casa?

Una serata da soli al pub con l'oste che ti riempie di tennents ghiacciata una pinta dietro l'altra mentre discutete di hard rock anni ottanta e kenshiro.

mercoledì 26 febbraio 2014

Con p.n. posso passare la serata al pub a discutere su quale cameriera ha il culo più bello.

Però non sopporta la voce del navigatore perché, dice, ha la voce da zoccola.

Vorrei poter dire che sono senza parole, invece ne ho ancora una: VABBÈ.

La spazzatura di un uomo...



Collega: -Oi Lovas, ma tu dove li prendi i PC?-

Lovas: -C'è un sacco di gente pronta a buttare i computer al primo accenno di guasto. Quando succede me li prendo, li smonto completamente tenendo i componenti buoni e con quelli me li costruisco quasi da zero. Saranno dieci anni che non compro computer...-

Collega: -Tutto 'sto sbattimento per avere poi una macchina che comunque è obsoleta? Sai, ti facevo più intelligente.

Lovas: -Quanto lo hai pagato il tuo?-

Collega: -novecento e passa euro, ma è una bomba!-

Lovas: -E per cosa lo usi?-

Collega: -Beh, per scaricare, andare su internet e per i film, perché?-

Lovas: -Col mio ci faccio le stesse cose che fai tu. In più ci programmo, ci faccio montaggio video, scrivo e lo uso come file server per poter accedere col cellulare da remoto a tutta la roba che non posso portarmi dietro. Ci ho collegato una webcam (anche quella regalata) e lo uso come sistema di video sorveglianza. Solo che il mio lo ho avuto praticamente gratis, mentre la tua "bomba" ti è costata più di un mese di stipendio e fra sei mesi ne varrà la metà. Hai ragione, sono proprio un fottuto idiota.-


martedì 25 febbraio 2014

Son piccole soddisfazioni



L'Entità Divina Che Chiamo Datore Di Lavoro ha un approccio molto particolare alla risoluzione dei problemi logistici che portano allo storno di ordinazioni che alcuni clienti, indifferenti al fatto che un solo addetto alle bevande per duecento coperti potrebbe avere difficoltà a portare un amaro nei due secondi successivi alla richiesta, decidono di annullare per la troppa attesa: fare le cose usando il cervello.

Un mantra da ripetere con tono incazzato sottolineando al tempo stesso che i soldi ce li mette lui.

Ora immagina la scena: un cliente minaccia di chiamare la Guardia di Finanza perché l'uomo che (metaforicamente) mi firma gli assegni ha aggiunto per sbaglio uno zero al conto.

Fatto? Bene. Adesso prendi questa frase: "Le cose falle col cervello, perché i soldi ce li metto io!"; e mettila in bocca al cliente.

A questo punto avrai capito il motivo della mia soddisfazione...

venerdì 7 febbraio 2014

Sono un fottuto caso umano - Lovas e la gioia di lavorare #2



Sono due giorni che il servosterzo mi pianta nel tragitto casa-lavoro.

Per la precisione, nello stesso punto in cui devo girare per imboccare la via del ristorante.

Che anche la macchina stia cominciando a cagarmi il cazzo sul fatto che devo cambiare lavoro?

Sono un fottuto caso umano - Lovas e la gioia di lavorare



Collega (grattandosi ferocemente dappertutto): -Oh, non so perché ma oggi mi sento prudere tutta!-

Lovas: -Tranquilla, non sei l'unica a cui 'sto posto fa venire l'orticaria...-


giovedì 6 febbraio 2014

Pensare di essere l'unico sano in un mondo di matti... è sintomo di follia?


L'Entità Divina Che Chiamo Datore Di Lavoro ha rinunciato ai lavori per risistemare il tendone esterno in cui facciamo mangiare i clienti tabagisti, tendone esterno che nel momento in cui scrivo ha più buchi del braccio di un tossico (di questi tempi ti lascio immaginare le conseguenze).

In compenso ha fatto smantellare e trasferire le vecchie celle frigorifere (in luoghi strategicamente e logisticamente inadatti) per far posto al nuovo ufficio.

Ha fatto inoltre installare una friggitrice al posto del congelatore che ci permetteva di avere a portata di mano dolci e gelati da portare ai cagacazz clienti, tutto per realizzare un servizio di friggitoria d'asporto.

Sono passati otto mesi e in quello che sarebbe dovuto essere il nuovo ufficio non hanno montato neppure i pavimenti. Lo stiamo usando come magazzino tampone.

Quanto alla friggitoria, beh, se avesse chiesto a chiunque di noi un parere gli avremmo detto che mettere una friggitoria in posto dove non c'è lo spazio materiale per tenere la roba da friggere ne' per scolare quella già fritta sarebbe stata una cazzata epica (per non parlar del fatto che la nuova cappa montata per l'occasione non tira neanche a prenderla a calci).

Svariate migliaia di euro buttate nel cesso. Inutilmente.

E in tutto questo sono costretto a :

  • vendere un pacco di grissini in media dalle quattro o cinque volte al giorno riciclandolo dai cestini avanzati del pane
  • Mettere un bicchiere sotto la spina mentre ne sto riempiendo un altro in modo raccogliere eventuali cadute di schiuma, cadute di schiuma che una volta tornate allo stato liquido serviranno a rabboccare il successivo boccale;
  • Fare economia sui tovaglioli di carta;
  • Raccogliere i primi caffè della giornata (i più schifosi ed annacquati) in una brocca che una volta riempita verrà usata per fare il tiramisù.
Perché, sai, lui la roba la paga.

martedì 4 febbraio 2014

Oggi non sono in vena

So che è da parecchio che non aggiorno 'sto blog.
E so anche che avrei voluto farlo con qualcosa di più leggero. E non mancherà l'occasione.

No, oggi voglio parlare del tempo. Se hai acceso il televisore su un qualunque TG saprai bene quello che sta succedendo in tutta Italia, da nord (oi, Mafalda, Kore, tutto bene da quelle parti?) a sud.

Ho già detto in precedenza che vivo a Roma, ma non sono stato preciso: vivo a Fiumicino (che oggi ho visto sull'altare di Studio Aperto), attualmente presidiata dall'esercito.

Dove abito non siamo sotto il livello del mare (a differenza degli abitanti di Isola Sacra), quindi non ce la passiamo troppo male.

Non tutti hanno avuto la mia stessa fortuna: due colleghi sono stati costretti a farsi venire a prendere dalla Protezione Civile in gommone, e due amici hanno casa allagata fino al polpaccio.

Ora, tutti sono alla ricerca di un colpevole, e la maggioranza della gente punta il dito contro l'attuale sindaco (tra l'altro attualmente indagato) reo, secondo voci non confermate, di aver fatto tagli sostanziosi al servizio pubblico.